6 segreti su come scrivere un curriculum perfetto nel 2017

In un mondo del lavoro in evoluzione ecco come scrivere un curriculum nel 2017

Prima di perseguire un obiettivo bisogna progettare il proprio piano d’azione nei minimi dettagli. Nel 2017 è cambiato il modo di vedere e vivere il lavoro e deve di conseguenza cambiare anche il nostro primo approccio con un nuovo datore di lavoro: come scrivere un curriculum perfetto nel 2017.

Avere un curriculum in lingua inglese è sicuramente importante. Occupiamoci però dei dettagli a cui  prestare più attenzione nel curriculum nella nostra madre lingua.

Dedicare un’ora di lavoro ogni volta che si prepara l’invio di un curriculum per studiarlo nei minimi dettagli e adattarlo alla posizione lavorativa che vogliamo ottenere è sicuramente un ottimo inizio per perseguire un posto di lavoro.

Anche il Time se ne è occupato di recente elencando i segreti principali nel 2017 per un curriculum perfetto. Alcune cose non passano mai di moda: scrittura chiara e sintesi sono ancora le doti principali che fanno la differenza tra i candidati che vengono chiamati per un colloquio e quelli che rimangono a casa ad aspettare.

Ma ormai in un mercato del lavoro sempre più agguerrito e alla ricerca di qualità sempre più specifiche non bastano più: design, creatività e narrazione sono le nuove parole chiave da rispettare per un CV eccellente.

Ecco 8 segreti su come scrivere un curriculum perfetto nel 2017.

1. Basta con il curriculum europeo

come scrivere un curriculum inside 1

Probabilmente fai parte anche tu di quella generazione a cui è stato insegnato che il curriculum europeo sarebbe stato uno standard riconoscibile e spendibile sia in Italia sia all’estero. Beh… esperimento fallito.

Il template del CV europeo è restrittivo e noioso, non cattura l’attenzione dei datori di lavoro e soprattutto non consente di distinguersi tra la massa dei CV che gli uffici risorse umane devono vagliare quotidianamente.

Centinaia di modelli originali e semplicissimi da personalizzare sono disponibili online e distano una semplice ricerca di Google.

Non ti accontentare di confonderti tra la massa dei CV europei e dichiara già dallo stile che adotti per il curriculum il tuo intento di uscire dal mazzo.

2. Stai attento al design

come scrivere un curriculum inside 2

Presta attenzione ai minimi dettagli. Un design bilanciato, pulito e chiaro è abbastanza per fare la differenza. Un piccolo tocco di colore aiuta a mantenere alta l’attenzione dei selezionatori e a dirigere la loro attenzione sui punti chiave.
Occhio anche al font che scegliete. Un font dal look moderno è quello che ci vuole, abolite il Times New Roman dalla vostra lista di scelte.

Semplicità e cura nei dettagli comunicano professionalità, dedizione e attenzione. Tre skill fondamentali per chi vuole trovare il suo lavoro dei sogni.

3. L’intestazione è fondamentale

come scrivere un curriculum inside 3

Ricordati una cosa: nessuno leggerà più dell’intestazione del tuo curriculum se non catturi la sua attenzione dalle prime righe. Devi avere una cura minuziosa per il primo terzo del tuo curriculum perché è su quello che si concentrano i recruiter.

Cattura l’attenzione del lettore, indicagli subito dove può trovare più informazioni su di te, i modi più diretti per contattarti e fagli capire di essere una persona al passo con i tempi.

Avere un account Hotmail, Libero o Tiscali da l’impressione che stiate vivendo in un altro millennio. Puntate molto sui vostri profili LinkedIn e su account Gmail oppure di vostri progetti web personali.

Chi assume non da seconde chance. Fai in modo che il tuo curriculum attiri l’attenzione del lettore già dall’intestazione e dalle prime righe.

4. Promuovi il tuo brand

Se hai una sezione “Obiettivi” nel tuo curriculum, eliminala. Il curriculum serve a dimostrare quello che puoi fare per un datore di lavoro, non quello che lui può fare per te.

E’ una buona idea riassumere i principali step e riconoscimenti ottenuti nella tua carriera professionale in un piccolo sommario stile LinkedIn.

Devi evidenziare quello che non vuoi che il tuo selezionatore si perda e mettere in mostra i migliori risultati che hai ottenuto nella tua vita professionale.

Non avere paura di far sapere in cosa sei bravo. Riconoscere con obiettività le proprie qualità semplifica il lavoro al selezionatore che sa cosa sta cercando.

5. Metti in evidenza le tue skill principali e racconta una storia

A volte releghiamo la sezione relativa alle nostre conoscenze e competenze nelle ultime sezioni del curriculum quasi avesse più importanza una lista di lavori che non quello che ci hanno insegnato a fare. Attira subito l’attenzione dei recruiter mostrando da subito le tue skill.

Cambia continuamente questa sezione del tuo curriculum in relazione ai lavori che stai cercando. Ultimamente le grandi aziende utilizzano bot che ricercano parole chiave specifiche nel curriculum prima ancora di chiamare i candidati per un preclloquio. Dimostra di aver capito che cosa il tuo futuro datore di lavoro sta cercando.

I responsabili per le selezioni del personale si perdono tra migliaia di pagine che più che raccontare la storia lavorativa e l’esperienza acquisita dai candidati, elencano in maniera fredda e rigida una lista di lavori, più o meno utili a fortificare la propria posizione.

Non rendere il tuo curriculum una caccia al tesoro per chi sta selezionando. Metti in evidenza i tuoi risultati principali, le tue promozioni, i tuoi momenti di eccellenza.

6. Non scrivere tutto…

Uno degli errori su come scrivere un curriculum è pensare che la quantità faccia la qualità.
Il tuo curriculum è una selezione delle tue esperienze lavorative più rilevanti.

Ed è per questo che si dovrebbe aggiornare insieme al tuo profilo professionale. Se hai già lavorato per qualche anno, non importerà a nessuno delle tue prime esperienze come animatore nei villaggi turistici a 16 anni, anzi li distrarrà da quelle che sono le tue qualità fondamentali!

Altro dettaglio: non è necessario che menzioni le date del tuo diploma o della tua laurea. Meglio non dare al tuo selezionatore dei dati che potrebbero farti sembrare troppo giovane (o troppo vecchio) per la posizione che stai perseguendo.

Prima di inviare il tuo curriculum a un nuovo datore di lavoro controlla i lavori che inserisci siano effettivamente rilevanti. Metti in evidenza le qualità più spendibili che ogni lavoro ti ha trasmesso.

Un pensiero riguardo “6 segreti su come scrivere un curriculum perfetto nel 2017

I commenti sono chiusi